An Errant Idea

di Francesca Mussi

'An errant idea' - Francesca Mussi, 2019

Titolo: An Errant Idea
Tecnica: stampa fotografica
Dimensioni: 78×78 cm
Anno di realizzazione: 2019
Anno di donazione: 2019

An Errant Idea (2019) è una riflessione sul valore del luogo storico, sul pellegrinaggio verso i luoghi della memoria. Le stanze del Palazzo di Carpegna, uno dei luoghi storici in cui sono state custodite centinaia di opere d’arte durante l’occupazione nazista, si sono trasformate in un grande magazzino rimasto inaccessibile al pubblico mentre la loro storia permane come mito, circola nelle informazioni della rete creando una conoscenza virtuale, astratta. L’installazione di Francesca Mussi è visibile nel non-luogo per eccellenza del museo Maio e sfugge dalla collocazione consueta.

Sotto la foto, durante l’esposizione, l’artista aveva appoggiato un asciugamano in microfibra in cui era stampata la scritta “A reminder of its former visual self” tratta dall’articolo di Hito Steyerl “In Defense of the Poor Image”, come una nota “torno subito” di una persona che è dovuta scappare frettolosamente. L’asciugamano sembra in attesa di un nuovo ospite che passerà veloce solo per transitare in un altro luogo.

Francesca Mussi

Francesca Mussi (1992) é un’artista visiva basata a Milano. Il suo lavoro parte dalle diverse tecniche della grafica d’arte ma riguarda recentemente anche installazioni site-specific e fotografie. I suoi lavori nascono spesso dalla fascinazione di storie e piccoli miti.
Ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Brera e alla University of Leeds (UK) specializzandosi in Grafica d’arte.
Nel 2015 co-fonda il collettivo artistico Landskap a Milano, dal 2016 collabora con il programma internazionale di residenze artistiche Passage a Bergerac (FR).
Tra le mostre più recenti: Intermezzo a Spazio Fico (Milano), Menotrenta alla fabbrica del vapore (Milano), XIV Biennale di Grafica d’arte (Castelleone), Deriva alla Chiesa di San Celso (Milano).