Un museo per le opere in ostaggio

Il MAiO di Cassina de’ Pecchi è un museo comunale nato nel 2015 iscritto all’Associazione dei Piccoli Musei Italiani.

Il museo è dedicato all’Arte in Ostaggio e alle grafiche visionarie con l’obiettivo di raccontare le 1641 opere d’arte trafugate dai nazisti durante l’ultimo conflitto mondiale e ancora prigioniere di guerra: si tratta di più di 800 dipinti, numerose sculture (tra cui la Testa del fauno di Michelangelo, simbolo del museo) arazzi, tappeti, strumenti musicali (tra cui i violini Stradivari) e moltissimi manoscritti di cui abbiamo testimonianza grazie al catalogo L’opera da ritrovare redatto da Rodolfo Siviero, il famoso 007 dell’arte.

Il MAiO è nato per suggerire un tema e provocare un’emozione, quello dell’assenza dell’arte, perché rubata, trascurata, ignorata, poco accessibile e ferita da guerre e terremoti. Ci piace pensare che in questo luogo si incontri chi ha rivendicato e tutt’ora rivendica il diritto alla bellezza e all’emozione estetica.

Ritratto di Fanciulla di Pietro Rotari
0
OPERE PRIGIONIERE DI GUERRA
Dormitio Virginis di Jacopo Avanzi
0
OPERE RITROVATE DAL 2015 QUANDO È NATO IL MAiO

Il MAiO è nato per suggerire un tema e provocare un’emozione, quello dell’assenza dell’arte, perché rubata, perché trascurata, perché ignorata, perché poco accessibile, perché ferita da guerre e terremoti

Ci piacerebbe pensare che in questo luogo si incontri chi ha rivendicato e rivendica il diritto alla bellezza e all’emozione estetica.

Un progetto con 3 anime

1

È un progetto civico, legato al concetto di “diritto alla bellezza” negato che punta a diffondere tra i cittadini la necessità di consapevolezza di un impegno civile collettivo per recuperare il patrimonio perduto.

2

È un progetto culturale, che punta a dar vita ad un’esperienza di incontro e approfondimento del patrimonio artistico italiano nel suo complesso (le opere risalgono dall’antica Roma ai primi del XX secolo).

3

È un progetto espositivo, che invita il visitatore ad incontrare emotivamente i “frammenti di memoria” delle opere trafugate e che attraverso l’uso innovativo e coinvolgente delle tecnologie è possibile esprimere la propria creatività.

Dove Siamo

Complesso di Cascina Casale in Via Trieste 3
Cassina de’ Pecchi (MI)

Orari di apertura

da Martedì a Venerdì 09:15 – 18:15

Sabato 09:15 – 12:45 / 14:30 – 18:15

ogni seconda Domenica del mese 14:00 – 18:00

Lunedì chiuso

Info e appuntamenti

Tel. 0295440260 

Cell. 366.6578046 / 335.1590391

email: info@museomaio.it

Menu